fbpx

Cure per l’artrosi al Centro FisioLab a Rocca di Neto

Luglio 7, 2021 by Fabio Scavelli0
cure-artrosi-e1624950770909.jpg

Quali sono le migliori cure per l’artrosi che possono rimetterci in sesto, diminuire i sintomi e aiutarci a recuperare una normale funzionalità articolare?

Le nuove cure per l’artrosi ci consentono di ritardare, o addirittura evitare, la necessità di un intervento chirurgico nei casi più avanzati. Prima di arrivare sin qui, è bene curare l’artrosi nelle sue fasi iniziali.

L’artrosi non si può arrestare. Se non interveniamo con terapie efficaci, con il tempo tende a peggiorare trattandosi di una malattia degenerativa che colpisce ossa, legamenti e articolazioni.

Di tutto questo parlo nell’articolo che ho scritto per consigliare le terapie e i rimedi più efficaci per fermare la progressione dell’artrosi, una malattia che entro il 2050 diventerà la 1° causa di disabilità.

Dott. Scavelli – Studio FisioLab a Rocca di Neto

Sia tu abbia già una diagnosi precisa di artrosi, sia tu abbia i sintomi ma ancora nessuna conferma, puoi rivolgerti al nostro Studio per sottoporti a visite ed esami specialistici, oppure per valutare le migliori terapie per l’artrosi.

Intanto, però, sfatiamo qualche falsa credenza:

  1. l’artrosi non colpisce solo persone in età avanzata, ma può presentarsi anche alla soglia dei 40 anni con i suoi primi sintomi. La prevenzione, poi, nel caso della familiarità, è bene iniziarla già intorno ai 25-30 anni con una regolare attività fisica e con una sana alimentazione.
  2. L’artrosi non deve immobilizzarti: se ti fermi, la malattia avanza più rapidamente fino a prendere il sopravvento.
    Prima di arrivare a parlare delle cure per l’artrosi – che servono per ridurre i sintomi più invalidanti di questa patologia – ricordo l’importanza dell’attività fisica, del movimento (camminata, pilates, yoga, ginnastica dolce, attività in acqua).

 

Contattaci senza esitare, se vuoi chiedere un consiglio, un parere medico online, o per prenotare una prima visita.

Osteoartrosi, cos’è questa malattia degenerativa sempre più diffusa

L’artrosi – od osteoartrosi – è una patologia cronica degenerativa che colpisce le articolazioni, dovuta al deterioramento della cartilagine che riveste le articolazioni (colonna cervicale e lombare, spalla, dita, radice del pollice, anca,  ginocchio, alluce) e che produce alcuni effetti (sfregamento superfici ossee, formazione osteofiti, neoformazioni tessuto osseo in eccesso).

Nella individuazione delle cure per l’artrosi è importante classificare la malattia in:

  • primaria: più comune tra i 40 e i 50 anni, dovuta a predisposizione genetica e quando non esiste una causa definita
  • secondaria: più comune dopo i 60 anni con l’invecchiamento articolare (forma comunemente associata anche a patologie cartilaginee, sovraccarichi funzionali, malformazioni ossee, diabete mellito, displasia ossea, emocromatosi).

Dobbiamo poi distinguere tra due forme di osteoartrosi:

  • artrosi inattiva che riporta sintomi dolorosi ma meno frequenti e affrontabili con una terapia antinfiammatoria
  • artrosi infiammatoria con sintomi molto più dolorosi che impediscono i movimenti e l’uso delle articolazioni.

Perché ho l’artrosi?

Che sia nota o meno la causa della malattia, esistono dei fattori che incidono sul suo sviluppo:

  • età
  • familiarità
  • osteoporosi 
  • deformità articolari (malformazioni cartilagine)
  • traumi / incidenti (che possono riguardare persone anche al di sotto dei 40 anni)
  • sedentarietà
  • sovraccarico articolare per attività lavorative e/o sportive
  • sovrappeso / obesità (il peso in eccesso esercita una maggiore pressione sulle articolazioni, aumentando il rischio di danni)
  • alimentazione scorretta.

Quali sono le conseguenze dell’artrosi

Il dolore è il sintomo più importante che compare quando sforziamo l’articolazione interessata.
Il dolore peggiora con l’avanzare della giornata e con il progredire della malattia può comparire anche a riposo.

L’artrosi si manifesta attraverso alcuni sintomi ricorrenti, tra i quali:

  • rigidità articolare mattutina
  • dolore invalidante
  • nodosità / deformità 
  • gonfiore
  • crepitio dell’articolazione
  • arrossamenti della cute
  • limitazioni di movimento / difficoltà a deambulare.

Come viene diagnosticata l’artrosi

Per scoprire le migliori cure per l’artrosi partiamo da una diagnosi precisa attraverso:

  • visita medica specialistica durante la quale si traccia la storia clinica del paziente
  • valutazione della mobilità articolare
  • palpazione / pressione all’altezza delle rime articolari
  • esami del sangue per verificare la presenza di marcatori di infiammazione e infezione
  • aspirazione articolare per raccogliere e analizzare un campione di fluido dall’articolazione interessata
  • artroscopia o altri test di imaging, come raggi X o scansioni MRI, per esaminare visivamente le articolazioni colpite.

L’artroscopia prevede l’inserimento di una piccola telecamera vicino a una o più delle articolazioni colpite per osservarle da vicino.

I 4 gradi dell’artrosi

Gli esami sono importanti anche per capire a quale stadio si trova l’artrosi.

Sintomi del primo stadio -> lieve entità

Sintomi del secondo stadio -> dolore e riduzione del movimento

In questo secondo stadio la radiografia può registrare cisti e osteofiti di piccole dimensioni.

Sintomi del terzo stadio -> forte limitazione della mobilità articolare

In questo 3° stadio si possono verificare infiammazioni acute. L’esame radiografico metterà in evidenza la riduzione dello spazio articolare.

Sintomi del quarto stadio -> perdita della flessibilità articolare

In questo ultimo stadio è tipica una drastica diminuzione dello spazio sinoviale (e il conseguente contatto tra i capi articolari) accompagnata da infiammazioni, degenerazioni cistiche e scompensi muscolari.

Le cure per l’artrosi

Quali sono le terapie più efficaci per curare l’artrosi e impedirne la progressione? Anzitutto, attraverso una diagnosi precisa dobbiamo inquadrare lo stadio dell’artrosi per arrivare a formulare una terapia personalizzata e localizzata.

Nelle fasi iniziali dell’osteoartrosi

  • Terapia Conservativa – fisioterapia e antinfiammatori + analgesici – per rallentare la progressione della malattia e contenere il dolore. In questa fase possono essere risolutori sia terapie strumentali (Tecar, Magnetoterapia, Ultrasuoni, Laserterapia…), sia terapie iniettive intra-articolari per l’infiltrazione di sostanze lubrificanti come l’acido ialuronico.

Nelle fasi più avanzate

    • Trattamenti di chirurgia rigenerativa (infiltrazioni cellule mesenchimali per la rigenerazione cartilaginea)
    • Osteotomia (intervento di chirurgia ortopedica sull’osso per migliorarne la posizione)
    • Chirurgia protesica (intervento in casi più gravi dove è necessario sostituire il capo articolare con una protesi. Es: protesi di ginocchio e protesi d’anca.

Tieni a mente alcune buone regole:

  • fai movimento (a basso impatto) per far lavorare i muscoli in modo intenso ma con le articolazioni in scarico
  • segui un’alimentazione corretta (evita cibi raffinati, carne rossa, zucchero, insaccati, latte latticini, a favore di verdure, pesce azzurro, cereali integrali, legumi).

    Approfondisci in questa pagina.

Cure Artrosi delle Mani

Le articolazioni della mano sono quelle più colpite da artrosi. Oltre al dolore, il sintomo principe di questa forma artrosica, possono comparire noduli sulle dita che ne cambiano la forma.

Si chiama Rizoartrosi la forma ereditaria che si accanisce con il pollice e che può dar luogo a deformità della falange terminale o alla crescita dell’osso. 

Sintomi:

  • dolori e crepitio durante il movimento dell’articolazione
  • rigidità articolare
  • escrescenze ossee / perdita di allineamento delle articolazioni. 

Terapie Strumentali consigliate: Ultrasuoni, Laserterapia, Tecarterapia.

Cure Artrosi dell’Anca (Coxartrosi)

L’artrosi colpisce le anche causando rigidità articolare e impendendo movimenti e semplici gesti quotidiani.

I sintomi si riconoscono per il dolore all’inguine che può irradiare lungo tutta la gamba e che può interessare anche la parte interna e quella anteriore della coscia. 

Terapie Strumentali consigliate: Ultrasuoni, Laser, Tecar, Massoterapia, Esercizi Isometrici, Proprioricettivi.

Cure Artrosi del Ginocchio (Gonartrosi)

Il dolore, in caso di artrosi al ginocchio, si concentra intorno alla rotula. Altri sintomi di questa condizione sono la rigidità articolare e difficoltà a camminare.

La causa è sempre la stessa: diminuzione della cartilagine e lo sfregamento dei capi articolari che può generare stati infiammatori (gonfiore dovuto alla presenza di liquido sinoviale).

Terapie Strumentali consigliate: Ultrasuoni, Laserterapia, Tecarterapia, Massoterapia, Esercizi Proprioricettivi, Elettrostimolazione Muscolare, Infilitrazioni con acido ialuronico per lubrificare le articolazioni del ginocchio.

Cure Artrosi Vertebrale (Spondilosi) – artrosi cervicale e artrosi lombare

Nell’artrosi della colonna vertebrale, il dolore colpisce il collo e la regione lombare provocando difficoltà di movimento e contrattura dei muscoli.

Le cause più frequenti sono età, vizi posturali, traumi sportivi, sovraccarico da attività lavorativa.

I sintomi dell’artrosi cervicale sono molto invalidanti: mal di collo, mal di testa, rigidità muscolare, difficoltà a ruotare il capo, vertigini, perdita di sensibilità, problemi di vista e udito.

Terapie Strumentali consigliate: Tecar, Laserterapia, Massoterapia Decontratturante, Rieducazione Posturale.

In conclusione,

Le cure per l’artrosi sono indispensabili per fermare la progressione di una patologia cronica degenerativa che è importante saper prevenire e affrontare, nelle sue fasi iniziali, anche con una corretta alimentazione e stile di vita. Retorica? No… verità assoluta che non possiamo stancarci di ripetere per chi ancora si ostina a mangiare male e a vivere una vita sedentaria.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


FISIOLAB nasce con l'intento di promuovere e proporre servizi destinati al benessere e alla cura della persona. Lo studio, con il costante supporto di medici specialisti e fisioterapisti qualificati offre, in regime privatistico, metodiche riabilitative e fisioterapiche all'avanguardia, affrontando l'evento “dolore” con la dovuta tempestività.

Seguici su Facebook

Contattaci

0962 80165

info@fisiolabriabilitazione.it

Orari di apertura

Lunedì al Venerdì

9:00-13:00 / 15:00-19:00

Loc. Topanello, 1 – Rocca di Neto – Kr

© Copyright 2020 - 2025 Fisiolab Riabilitazione - Asaf sas di Scavelli Fabio & Co.- Loc. Topanello, 1 - Rocca di Neto - Kr - P.Iva 03167870793 - tel. 096280165