fbpx

Ecco i sintomi della cervicobrachialgia da non sottovalutare e le cure per alleviare il dolore

Luglio 23, 2020 by antonella0
cervicobrachialgia-sintomi-e1595511515846.jpg

Non c’è età per patire i forti dolori e i disagi causati dai sintomi della cervicobrachialgia, una patologia che interessa il tratto cervicale e non solo. Se stai riscontrando problemi al collo che ti fanno sospettare la presenza di questo disturbo, ci sono chiari segnali che non dovresti sottovalutare.

Come riconoscere i sintomi della cervicobrachialgia?

Il dolore localizzato (in questo caso alla cervicale) è sempre la prima spia di un problema che bisogna indagare per conoscerne la vera causa. Se il dolore resta localizzato nella zona del collo, allora può trattarsi di cervicalgia.

Quando invece subentrano altri sintomi che si accompagnano al dolore del collo, può trattarsi di cervicobrachialgia, da appurare con una visita clinica ed esami strumentali per arrivare a una diagnosi precisa e per trovare la cura più adatta al tipo e alla gravità della patologia.

I principali sintomi più evidenti della cervicobrachialgia sono i seguenti:

  • rigidità muscolare
  • debolezza muscolare
  • intorpidimento
  • formicolii
  • dolori che parte dal collo e arriva al braccio.

Se avverti questi disturbi con tutto il disagio quotidiano che comportano, allora è il caso di non trascurarli e di andare a fondo con una visita specialistica che potrà confermare la patologia e individuarne la forma.

Non esiste, infatti, una sola forma di cervicobrachialgia e intervenire quanto prima è l’unico modo per capirne la vera causa, classificarne la forma e trovare il trattamento migliore per alleviare infiammazioni e dolore.

Cos’è la cervicobrachialgia?

Come premesso, parliamo di cervicalgia quando dolore e infiammazione interessano il collo, la cervicale (la parte superiore della colonna vertebrale), in presenza di una o più cause e con sintomi riconoscibili.

La cervicalgia può diventare cervicobrachialgia nel caso in cui il dolore che parte dal collo si estenda anche a braccio, mani e dita.

A soffrire di questo disturbo sono almeno 7 persone su 10, che fin dal risveglio lamentano fastidi al tratto cervicale. Fastidi che nel tempo, se trascurati, possono diventare vere e proprie patologie croniche.

Quali sono le cause più frequenti della cervicobrachialgia?

Una delle cause più frequenti del dolore al collo è la postura scorretta che adottiamo nei diversi momenti della giornata. Può essere mentre si lavora o si studia, o anche nelle posizioni che si assumono durante la notte.

Un altro problema all’origine della cervicobrachialgia può essere di natura muscolare, come nel caso delle fatidiche contratture.

Fra le cause di questa patologia possono esserci anche problemi interni, dovuti ai dischi che si trovano tra le varie vertebre e che, se soggetti a protrusioni, finiscono per premere sulle strutture nervose – midollo spinale e radici nervose – dando una sintomatologia che si allontana dal collo, con dolori estesi anche al braccio.

In questi casi, una postura sbagliata incide e peggiora ulteriormente la situazione.

Infine, anche un semplice sbalzo di temperatura come pure la forte umidità possono predisporre alla cervicobrachialgia.

L’alternanza caldo-freddo può essere un fattore micidiale proprio per chi già soffre di cervicalgia, perché comporta uno squilibrio muscolare e contrattura, generando il sintomo del dolore.

Anche lo stress può essere un acerrimo nemico da non sottovalutare, perché i muscoli paracervicali subiscono delle contratture a causa delle emozioni negative che proviamo durante la giornata. Frequenti stress portano inevitabilmente anche alla sofferenza del tratto cervicale.

Possiamo sintetizzare le cause già menzionate e altre cause che concorrono alla sviluppo della cervicobrachialgia:

  • protrusione discale
  • postura scorretta
  • contrattura muscolare
  • scarsa tonicità muscolare
  • sforzo prolungato
  • scarsa attività fisica
  • stress.

Quali esami bisogna fare per una avere una diagnosi precisa?

Per arrivare a una diagnosi completa della cervicobrachialgia è necessaria una visita clinica con la valutazione dei sintomi lamentati dal paziente.

A seguire, gli esami strumentali come radiografia, elettromiografia e risonanza magnetica, esame che lo specialista raccomanda per indagare sia le ossa che le strutture molli.

Stai cercando una cura per alleviare i sintomi della cervicobrachialgia?

Il dolore che si avverte a causa della cervicalgia è noto per essere invasivo e creare molti disagi. La rigidità muscolare, l’impedimento nello svolgere attività quotidiane, le vertigini muscolo tensive che si manifestano in qualche caso, sono conseguenze di un disturbo che se non trattato, peggiorerà nel tempo e nelle sue manifestazioni sempre più invalidanti.

Nel caso della cervicobrachialgia i sintomi sono ancora più invadenti, perché non riguardano soltanto il collo, ma anche il braccio.

Quando il dolore è nella sua fase acuta, possiamo intervenire con gli antinfiammatori (FANS) per alleviare il sintomo e proseguire con le attività abituali. Questi sono rimedi palliativi, tuttavia, l’infiammazione torna quando c’è un problema da trattare alla base, e a volte si protrae anche a lungo, a seconda della gravità della patologia.

In questi casi, nel corso dell’infiammazione si interviene con correnti antalgiche come diadinamica e ionoforesi.

In una fase successiva, il trattamento della cervicobrachialgia prosegue con terapia tecar, massoterapia e rieducazione del distretto, con ginnastica posturale ed esercizi per il collo.

Infatti, dopo aver lenito dolori e infiammazioni bisogna andare all’origine del problema per curarlo con trattamenti che ne risolvano le cause primarie.

Scrivici dal modulo dei contatti se hai bisogno di sapere altro, o di confrontarti con noi sui sintomi della Cervicobrachialgia. Ti rispondiamo in tempi brevi.

FISIOLAB nasce con l'intento di promuovere e proporre servizi destinati al benessere e alla cura della persona. Lo studio, con il costante supporto di medici specialisti e fisioterapisti qualificati offre, in regime privatistico, metodiche riabilitative e fisioterapiche all'avanguardia, affrontando l'evento “dolore” con la dovuta tempestività.

Seguici su Facebook

Contattaci

0962 80165

info@fisiolabriabilitazione.it

Orari di apertura

Lunedì al Venerdì

9:00-13:00 / 15:00-19:00

Loc. Topanello, 1 – Rocca di Neto – Kr

© Copyright 2020 - 2025 Fisiolab Riabilitazione - Asas sas di Strangio e Scavelli & Co.- Loc. Topanello - Rocca di Neto - Kr - P.Iva 03167870793 - tel. 096280165